Il Messner Mountain Museum

Reinhold Messner è ampiamente considerato uno dei più grandi alpinisti di tutti i tempi. Nato nel 1944 in Alto Adige, ha effettuato la prima salita in solitaria dell’Everest; poi, insieme ad un altro alpinista, ha effettuato la prima salita dell’Everest senza ossigeno supplementare. È stato il primo scalatore a salire tutte e 14 le vette oltre gli 8.000 metri sul livello del mare. È stato il primo ad attraversare l’Antartide e la Groenlandia senza motoslitte né slitte trainate da cani. Ha anche attraversato il deserto del Gobi da solo.

Nel 2003 Messner ha iniziato a lavorare a un museo dell’alpinismo. Il Messner Mountain Museum (MMM) è una serie di 6 musei sparsi sulle Dolomiti d’Italia. (Tecnicamente, le Alpi includono le Dolomiti. La gente del posto chiama la catena montuosa nell’angolo nord-orientale dell’Italia le Dolomiti, mentre quelli del nord-ovest, in Valle D’Aosta, le chiamano Alpi.) I sei musei sono Ortles, Ripa, Dolomites, Juval, Firmian e Corones; presentano la scienza delle montagne e dei ghiacciai, la storia dell’arrampicata su roccia e dell’alpinismo, la storia delle montagne mitiche e la storia degli abitanti delle montagne. Ecco i sei musei:

MMM Dolomites, chiamato anche “il museo tra le nuvole”, è ospitato in un forte ristrutturato della prima guerra mondiale sul Monte Rite, nel cuore delle Dolomiti. A un’altitudine di 2.181 metri, questo museo è sensazionale già solo per i panorami: dall’altopiano in vetta si gode un panorama a 360° delle montagne più spettacolari delle Dolomiti. Il tema è “la roccia” e “il mondo verticale” della montagna. Le mostre illustrano la conquista delle Dolomiti con riferimento alle prime scalate, alle nuove vie e a quei naturalisti e alpinisti che hanno scritto la storia alpina con le loro scoperte. Come ha scritto Messner, “Ho scalato circa 3.500 montagne in vita mia… Eppure non ho mai visto formazioni rocciose più belle al mondo di quelle delle Dolomiti”.

MMM Ortles, il museo dedicato al mondo del ghiaccio, si trova sotto un ghiacciaio a Solda all’Ortles a un’altitudine di 1.900 metri sul livello del mare. Sci, arrampicata su ghiaccio e spedizioni ai poli sono i temi di questo museo. I visitatori sono letteralmente all’interno della montagna, dove vivono il mondo delle montagne di ghiaccio, l’Artico e l’Antartico e l’Everest (“il terzo polo”), oltre al potere delle valanghe.

MMM Ripa, un museo situato nel castello sopra la città di Brunico, è dedicato ai popoli montani di Asia, Africa, Sud America ed Europa. Come dice Messner: “Sono le persone che danno vita e una storia alla montagna”. Le mostre si concentrano sulla vita quotidiana, le abitazioni, le culture e le religioni di persone che vivono una vita estrema… inclusi gli sherpa, gli indiani sudamericani, i tibetani, i mongoli e gli hunza.

MMM Juval si trova in un castello in Val Venosta ed è arroccato come un nido su un promontorio roccioso. Questo museo è dedicato al mito e alla magia della montagna. Ospita diverse collezioni d’arte, tra cui una galleria di dipinti delle montagne sacre del mondo, una collezione di maschere provenienti dai cinque continenti e persino una Sala Tantra dove vengono esplorate le tradizioni dell’induismo e del buddismo, come mantra, meditazione e yoga. 

MMM Firmian, il museo situato nel castello di Sigmundskron vicino a Bolzano, parla dell’incontro dell’uomo con la montagna. È organizzato come un percorso lungo sentieri, scale e torri per la visione di opere d’arte, installazioni e cimeli. Dall’esplorazione delle profondità delle montagne al significato religioso delle loro vette come ausilio all’orientamento e ponte verso l’aldilà, questo museo comprende anche la storia dell’alpinismo e del turismo alpino.

MMM Corones è l’ultimo atto del progetto del Messner Mountain Museum ed è dedicato alla storia della montagna e all’alpinismo. In questo museo, Messner presenta lo sviluppo dell’alpinismo moderno, 250 anni di progressi nell’evoluzione delle attrezzature, i trionfi e le tragedie sulle vette più famose del mondo. Corones si trova sull’altopiano sommitale del Plan de Corones a 2.275 metri. Si trova ai margini della magnifica piattaforma panoramica dell’Alto Adige con panorami che si estendono su tutte le Alpi. 

È questo museo che ha attirato l’attenzione della CNN, che lo ha presentato in “10 musei panoramici e remoti che valgono il viaggio”; ognuno offre una straordinaria bellezza naturale e valore artistico in tutto il mondo. Questo museo è stato progettato da Zaha Hadid (1950-2016), l’architetto britannico-iracheno ampiamente ritenuto uno dei principali architetti della fine del XX e dell’inizio del XXI secolo. Le sue opere principali includono il London Aquatics Centre per le Olimpiadi del 2012, il Museo MAXXI di Roma, il Broad Art Museum di Los Angeles e il Guangzhou Opera House. 

Messner riassume così Corones: “La famosa montagna altoatesina per sciatori ed escursionisti, perfetto trampolino di lancio per deltaplani e parapendio è ora il pezzo di coronamento del mio progetto di museo della montagna… È un luogo di ritiro che apre i sensi umani per il sopra e l’oltre, dove le montagne diventano uno spazio esperienziale e una parte della nostra cultura. I voli mentali al di là di tutte le vette, si rivelano di nuovo.”

Advertisement
This entry was posted in Alpe, Architecture, Arte, Foto, Italia, Italiano, Lo Sport, Storia. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.