Chi Era Luigi del Bianco?

Luigi del Bianco era un Italo-Americano che sarebbe morto in una relativa oscurità senza gli sforzi di suo figlio e di suo nipote.

Nato nel 1892, del Bianco crebbe a Meduno, che è a nordest di Venezia.  Studiava la scultura di pietra a Venezia e a Vienna.  Emigrò negli Stati Uniti in giovane età (17 anni) e, infine, si stabilì a Port Chester nello stato di New York.  Lì incontrò Gutzon Borglum di origine danese che lo assunse per lavorare nel suo studio a Stamford nello stato di Connecticut.  Lavorarano insieme su diversi monumenti di pietra.  Poi Borghum lo reclutò nel 1933 per seguirlo alle Colline Nere nel Sud Dakota per lavorare su un progetto enorme.download

Tra il 1927 e il 1941, 400 persone lavorarano sulla scultura del Monte Rushmore, sotto laLuigi_Del_Bianco_on_Mount_Rushmore direzione di Borghum, il progettista e l’ingegnere capo.  Assunse del Bianco per essere l’intagliatore capo, con la responsibilità di affinare le espressioni facciali sulle teste di 60-piede dei presidenti George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln.  Scolpiva gli occhi di Lincoln, mettendo in evidenza le pupille con pietre di granite a forma di cuneo in modo da riflettere la luce.  “So che ogni linea e cresta, ogni piccolo urto e tutti i dettagli così bene,” del Bianco disse a un giornale nel 1966.

Nel 1941, Borghum morì, il finanziamento si fermò, e i progetti di scolpire i torsi dei download (1)presidenti fine alla vita furono abbandonati.  Del Bianco tornò a Port Chester, dove la sua azienda scolpiva centinaia di lapidi.  Morì nel 1969 di silicosi, che è causata da inalazione di polvere di pietrisco.

Alla fine degli anni ’80, un libro intitolato, “L’intaglio del Monte Rushmore,” di Rex Allen Smith, non mai menzionò il ruolo di del Bianco nella creazione del monumento.  A questo punto il figlio di Luigi, Cesar, entrò in azione.  Il figlio e il nipote condussero alcune ricerche.  Trovarono i documenti nella Biblioteca del Congresso che confermarono il ruolo di del Bianco.  Trovarono anche gli scritti di Borghum, che aveva detto:  “ [del Bianco] aveva il valore di tre uomini cosa che io non vorrei sono riuscito a trovare in America…lui è l’unico intelligente, efficiente tagliapietre sul lavoro che capisce la lingua dello scultore.”  Il servizio del parco nazionale ha finalmente riconosciuto il ruolo di del Bianco e ha pubblicato la sua biografia sul Facebook.placque

Poi Douglas Gladstone ha scritto un libro nel 2014 intitolato, “Intagliando una nicchia per se stesso:  La storia taciuta di Luigi del Bianco.”  Gladstone ha detto che ignorare il ruolo importante di del Bianco nella creazione del Monte Rushmore era come scrivere sulla squadra dei New York Yankees senza menzionare Joe DiMaggio.

Il Monte Rushmore è lo sfondo dell’ultima scena in uno dei miei film preferiti …L’Intrigo Internazionale (o Nord per Nord Ovest) di Alfred Hitchcock.

 

Advertisements
This entry was posted in Arte, Film, Foto, Italiano, Italoamericani, Storia. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s