Graffiti Virtuali

Questa settimana, abbiamo un blogger ospite.  Carol Del Cielo è una altra studentessa nella nostra classe italiana di Gabriella.  Carol è una medica (una anestesista) a Santa Barbara, e lei e i suoi figli mantengono legati forte con i loro parenti in Italia—particolarmente a Avellino, a Napoli, e nella regione della Campania.   Carol ha visitato la sua famiglia in Italia (zie e cugini) ogni estate negli ultimi 20 anni.  I loro figli, Antonia e Nicola, rimangono stretti ai loro cugini italiani.

 

graffitiHo letto un articolo nel New York Times riguardo al problema di lunga data a Firenze. Tratta del guaio enorme dei graffiti sui monumenti storici dappertutto in  Italia ma particolamente a Firenze. Questo è stato un problema per tanti anni.  I turisti  scarabocchiano  sulle mura ed  su altre parti dei monumenti con  le loro dichiarazioni d’amore, di politica ed altre riflessioni.

Per esempio, sul campanile di Giotto  qualcuno ha scritto con una matita nera,  “Odio le scale”.   Un altra persona ha scritto, “Sposami per favore”.Giotto's bell tower

Nonostante i cartelli che sono stati messi sulle mura, la deturpazione è continuata durante i decenni. Ci sono stati tanti tentativi di impedirla ma senza successo. In fatti, recentemente, una coppia dal New Jersey  ha visitato Firenze e ha sfigurato  la torre di Giotto. Hanno scritto con una matita rosso scura  i loro nomi sulla campanella  di bronzo.  Infatti  sulle mura del campanile ci sono i graffiti che furono  scritti nel 1899

Per anni i funzionari del commune avevano provato a dissuadere i turisti da usare le mura storiche come una capsula del tempo. Ma  sembra che il desiderio dell’uomo di  creare  i graffiti sia molto potente e difficile da impedire…fino ad ora.

I funzionali hanno deciso di provare una soluzione digitale, cominciando con il Campanile di Giotto a Firenze. Ma prima di cominciare il loro tentativo digitale, tutte le mura sono state pulite.  Ci sono voluti tre mesi per pulire le mura del campanile. Un gruppo degli esperti di restauro ha dovuto usare i laser per rimuovere tutti i graffiti.

Secondo Beatrice Agostini, l’architetto che mantiene il sito, i graffiti  non solo sono  un pugno in un occhio ma risultano anche in danni ingenti che qualche volta rimangono sui monumenti per sempre. Per esempio  è quasi impossibile  estrarre certe macchie dal marmo.

bell and tabletDopo aver pulito le mura, il personale addetto ha installato tre “tablet di computer” dentro il campanile con la speranza che i  turisti scriveranno le parole  sui tablet e non sulle mura.  Dopo che  i messaggi sono stati scritti sui tablet,  saranno messi su  un website ed anche saranno archiviati “on line” per l’eternità.  In questo modo ai visitatori e permesso di lasciare i loro messaggi senza danneggiare le mura.

È impossibile mettere le telecamere dappertutto. Il campanile è molto stretto con  414 bell tower stepsscalini. Quindi. custodi credono che la soluzione digitale sia l’unica soluzione per  fermare questo problema annoso.

Nei primi tre giorni di questo esperimento, ci sono stati più di 3.000 visitatori  che hanno scritto 304 messaggi digitali….e non c’è neanche un nuovo scarabocchio sulle mura.

heartsCon i graffiti virtuali,  i visitatori possono scegliere il fondo su cui tabletvogliono scrivere. Possono scegliere legno, marmo, ferro o malta che sono simili ai  materiali dei monumenti. Poi con la loro scelta d’utensile di scrittura,   dal rossetto al vernice spray, possono usare la loro punta di diti per incidere sui tablets i loro messaggi, nomi, o simboli, o  gualcos’altro che vogliono scrivere.

I visitatori sono richiesti di lasciare i loro indirizzi  email. Quando i loro messaggi sono  Archivio Storicoesaminati e approvati, ricevono la notifica della pubblicazione.  Come gli anni passano, i messaggi saranno inclusi nell’archivo dell’Opera di Santa Maria Del Fiore. Questi documenti risalgono all’anno 1296.

I custodi  dei monumenti rimangono  ottimisti. Non esiste una soluzione  definitiva. Il problema dei graffiti è un problema di tanti anni. Secondo Giorgio Moretti, il presidente di un gruppo dei volontari chiamato gli  Angeli di Bellezza,  “Questo è un tentativo  importante ma allo stesso modo è importante di rimouvere costantamente le macchie.”  Gli Angeli di Bellezza è un gruppo di volontari  che pulisce la città storica.

In Italia, la deturpazione  dei monumenti  storici è un reato che è punibile con una multa o una pena detentiva.  Ma è molto difficile trovare le persone che scrivono sui monumenti perchè  di solito il reato è fatto durante le sere nel buio. Ma i custodi sperano che il campanile appena pulito sia un deterrente perchè nessuno vuole essere la  prima persona a deturpare  le mura pulite.

Pero, gli esperti credono che questo progetto digitale con i tablet avrà successo  solo negli spazi che possono offrire un archivio dove i graffiti saranno mostrati “on line”.  Dappertutto nelle città storiche in Italia, dove ci sono solo le mura,  la deturpazione continuerà come sempre.

Advertisements
This entry was posted in Architecture, Arte, Foto, Italia, Italiano, Storia. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s